Home Page - Enpa Lecco
 

BANNER ADOZIONI 2.jpg

agnello_pasqua_-620x3501.jpg

-------------------------------------------------------
A PASQUA FERMA LA STRAGE. NON UCCIDERE L'AGNELLO

----------------------------------------------------------------

“Ci rivolgiamo alle coscienze perché questo barbaro e crudele tributo di sangue cessi una volte per tutte. E ringraziamo tutti gli uomini di buona volontà che, con il loro no, contribuiranno a salvare la vita di centinaia di migliaia di cuccioli innocenti.”
 
Così l’Enpa  alla vigilia delle festività pasquali, in occasione delle quali saranno uccisi, in nome di una assurda e anacronistica tradizione, oltre 700mila tra agnelli, capretti e caprettoni, strappati anzitempo alle loro madri e macellati per imbandire le tavole della festa. Paradossalmente, per i cuccioli di pecora meglio sarebbe stato non nascere affatto e non conoscere la tragedia della morte.
 
Dire di no al consumo di agnello e più in generale della carne, rappresenta il modo più adatto per celebrare la resurrezione di Gesù, salvando realmente una vita.

PARCO CANILE: "UN ALTRO CANILE A LECCO E' POSSIBILE"

PARCO CANILE: "UN ALTRO CANILE A LECCO E' POSSIBIL...
“Non dovete chiudere il canile. Avete il mio appoggio affinché questo non avvenga, perché avete la possibilità di realizzare un nuovo tipo di canile nella vostra città”. 
 
Queste le parole del prof. Roberto Marchesini,  direttore della Scuola di Interazione Uomo-Animale , relatore d’eccezione nella serata d’approfondimento promossa da ENPA, LAV e ZAMPAMICA nella serata di venerdì.
 
“Il parco canile: dal canile come problema al canile come risorsa zooantropologica”, il titolo dell’incontro che le tre associazioni animaliste, già promotrici della raccolta firme per evitare la chiusura del rifugio di via Rosmini, hanno organizzato nella sala conferenze di API Lecco.  

Leggi tutto l'articolo
 
circhi_2013.jpg

BOCCONI AVVELENATI A OLATE

BOCCONI AVVELENATI A OLATE

Massima attenzione per gli amici dei “quattro zampe” ma anche per i bimbi: ad Olate, per la precisione in via Bainsizza, sono stati rinvenuti dei bocconi avvelenati.
 
E’ il Comune a renderlo noto dopo le analisi compiute dall’ASL che hanno certificato la presenza di “bromadiolone”, una sostanza tossica e velenosa per l’uomo e gli animali,  su alcuni campioni prelevati nei giorni scorsi e inviati ad analizzare all’istituto Zooprofilattico Sperimentale di Sondrio. 
 
Il sindaco Brivio, alla luce dei risultati di queste analisi, ha deciso di firmare un’ordinanza al fine di tutelare la salute pubblica:
“Alla cittadinanza, specialmente se in presenza di bambini e animali domestici, di prestare la massima attenzione, e qualora si dovessero rinvenire sostanze sospette lungo la via Bainsizza, con particolare riferimento alle vicinanze del numero 17, così come in altre zone del Comune, di dare immediata comunicazione alla Polizia Locale (tel. 0341-481343)”.
 

CALENDARIO INZIATIVE

APRILE

Sabato 05/04

Raccolta alimenti al Bennet del centro Meridiana di Lecco.

Banchetto in via Roma con LAV e ZAMPAMICA





 
NESSUN AIUTO DALLE ISTITUZIONI  ---------------   ...

NESSUN AIUTO DALLE ISTITUZIONI --------------- L'ENPA "SCIOPERA" NEL MERATESE

Combattere il randagismo felino? Dovrebbe essere interamente compito  delle ASL e delle amministrazioni comunali. 
 
Di fatto, l' impegno maggiore  è affidato ancora  alla fatica dei volontari di associazioni come l'ENPA, l' Ente Nazionale Protezione Animali, che anche in provincia di Lecco da sempre si adopera  nella tutela e nel sostentamento delle tantissime colonie di randagi sparse sul territorio lecchese e nelle attività necessarie al controllo numerico delle colonie feline:  l' ASL provvede si agli interventi chirurgici ma tutte le altre impegnative e necessarie attività sono invece a carico dei volontari: le catture, il trasporto all' ambulatorio veterinario, la degenza postoperatoria direttamente nelle proprie  abitazioni  , eventuali cure veterinarie che si rendessero necessarie prima del reinserimento.
 
L'intensa documentabile  attività dei volontari evidenzia  come la questione del randagismo abbia bisogno della costante attenzione delle istituzioni che dovrebbero almeno sostenere associazioni che, come l' ENPA, impegnano tempo e denaro e sopperiscono  a quello che è un vero e proprio vuoto della Pubblica Amministrazione.
 
Non è sempre così:  infatti alcuni comuni dell'area lecchese si sono interessati ed hanno sostenuto in parte  concretamente  la nostra associazione. Di contro nel distretto meratese nessuno (o meglio solamente il Comune di Robbiate) si è mosso in questo senso. 
 
Tutto è affidato ai volontari ENPA  che con grande sacrificio hanno perseguito in questi anni nell'attività di cattura dei felini in 17 Comuni dell'area meratese per 685 gatti censiti. Volontari che più volte hanno chiesto ai Comuni interessati dalla loro azione almeno un locale adatto alla degenza dei gatti operati (per il quale l'associazione a già individuato un'area a Merate e presentato un preventivo) per tenerli al sicuro nei giorni necessari al loro recupero e prima del reinserimento sul territorio di provenienza e dei gattini abbandonati in attesa di adozione. Si chiedeva anche un ambulatorio più baricentrico rispetto all'area meratese, visto che l'  unico disponibile attualmente è sito in Casatenovo. 
 
Alla mancanza di risposte da parte degli enti locali, i volontari del meratese, con molta amarezza, hanno deciso di indire uno "sciopero" che partirà con il 2014 e fino a quando la questione non riceverà il degno interesse delle autorità: si proseguirà nel sostentamento delle colonie feline e nella loro tutela, ma ci si asterrà dalle catture e quindi non potrà procedere l'attività di sterilizzazione.  L'annuncio è stato dato con una lettera indirizzata ai sindaci dei comuni interessati  e all'ASL direttamente dai volontari:
 
"Siamo sempre state considerate l'ultima ruota del carro ("ci sono problemi più importanti", "prima i soldi per questa associazione", ecc, ecc…) Noi non crediamo ci siano problemi più importanti di altri ma solo più urgenti. Ma sono anni che attendiamo aiuto e di pazienza ne abbiamo avuta tanta - scrivono nella missiva - Dal 1° gennaio 2014 abbiamo deciso di passare a voi e all'Asl il testimone. Quando qualcuno ci chiamerà per chiedere aiuto, noi forniremo i numeri telefonici del comune interessato e dell'Asl. Del resto è compito vostro.. In tanti anni non vi abbiamo mai chiesto nulla, nemmeno una lira di rimborso spese".
 
"Noi crediamo che forse non vi rendiate conto della situazione anche perché fino ad ora siamo riuscite a contenerla prima che diventasse un problema difficile da far poi rientrare - proseguono - Torniamo a fare i semplici e comuni cittadini che delegheranno i compiti a chi di dovere. Un piccolo ricovero sarebbe stata una dimostrazione di civiltà di chi da parte da parte di chi rappresenta, sia sotto il profilo civico sia sotto quello sanitario, tutti i cittadini…anche i quadrupedi, tra l'altro, regolarmente registrati all'anagrafe".
 
almonature.jpg

ECCO IL CALENPARIO 2014...!!!

ECCO IL CALENPARIO 2014...!!!

Torna anche quest'anno il CALENPARIO, il calendario dell'Enpa che anche per il 2014 ha tante sorprese per voi: in ogni pagina, un volto dei tanti cuccioli di cui l'associazione si è presa cura.

Ogni mese trascorrerà più felice se a scandire il tempo sarà uno dei nostri piccoli amici. Inoltre, acquistando il Calenpario
ne potremo aiutare tanti altri!

Il calenpario lo poi trovare ai nostri banchetti (vedi il calendario degli appuntamenti in home page) , in formato grande per parete o piccolo da tavolo. A voi la scelta!
800.137.079 - LANCIATO IL NUMERO VERDE ANTI-ABBAND...

800.137.079 - LANCIATO IL NUMERO VERDE ANTI-ABBANDONI

L'Ente Nazionale Protezione Animali, in collaborazione con la Polizia di Stato e con il patrocinio del Ministero della Salute,  lancia un numero verde anti-abbandoni, l'800.137.079 - attivo 24 ore al giorno dal 1° luglio al 31 agosto -, contattando il quale gli automobilisti possono segnalare sia episodi di abbandono sia l'eventuale presenza di animali vaganti sulla rete autostradale del Paese. 

Una volta ricevuta la segnalazione, l'operatore fornirà  all'utente il numero della sala operativa competente della Polizia stradale e potrà così comunicare agli agenti tutte le informazioni necessarie ad agire in modo corretto e tempestivo

Inoltre, Enpa e Mediafriends Onlus lanceranno, in collaborazione con "Striscia la Notizia", uno spot anti-abbandoni di cui sono protagonisti il “fratello degli animali”, Edoardo Stoppa ed  il “biker” Giacomo Lucchetti. In onda su tutte le reti Mediaset, dal 1° luglio al 17 agosto.
DIVENTA SOCIO ENPA:

DIVENTA SOCIO ENPA:

Anche a Lecco prosegue la campagna di iscrizioni all'ENPA.

Se sei un amante degli animali e vuoi dare il tuo contributo, diventa socio Enpa e aggregati al nostro gruppo. 

Potrai svolgere attivamente il ruolo di volontario in provincia di Lecco o semplicemente dare una "zampa" ai tanti piccoli amici di cui il nostro Ente si prende cura. 

Per informazioni: lecco@enpa.org

A LECCO NASCE L'UFFICIO DIRITTI ANIMALI

Uno sportello dedicato ai nostri amici “a quattro zampe” e non solo: si chiama Ufficio Diritti Animali (UDA) ed è il nuovo servizio attivato dal Comune di Lecco in collaborazione con ENPA e ASL,  cofinanziato dalla Regione,  che permetterà alla cittadinanza di rivolgere le proprie domande, dubbi e tutto ciò che concerne il rapporto con i propri animali domestici  oppure le segnalazioni in caso di ritrovamento di animali feriti o smarriti.

Vedi news completa


In città o in vacanza con Fido e Micio

In città o in vacanza con Fido e Micio

Avete un animale in casa e problemi con i vicini? Quali sono le regole a cui attenersi o tutelarsi? E poi ancora.. per gli amanti degli animali, progettare un periodo di relax a "misura di quattrozampe" è un'avventura entusiasmate, piacevole e arricchente. 
 
La sintonia che si crea con il nostro amico con la coda non ha eguali anche se a volte piccoli imprevisti possono sorprenderci. 
 
Per ridurre "al minimo" l'eventualità di inconvenienti, l'ENPA propone un breve manuale che vi aiuterà a conoscere meglio le esigenze di Fido e Micio nonchè alcuni accorgimenti utili per rendere ancora più speciale la vostra vacanza.

VEDI: In città o in vacanza con Fido e Micio
Sterilizzare banner.jpg


Sterilizzazione: una necessità

Sterilizzazione: una necessità

La sterilizzazione di cani e gatti è l'unico modo per arginare la sovrappopolazione. Non danneggia la salute degli animali, né cambia la loro personalità. La sterilizzazione delle femmine non solo riduce lo stress ed il malessere a cui esse sono sottoposte durante il periodo del calore, ma elimina anche il rischio di cancro uterino e riduce il rischio di cancro alle mammelle.

La sterilizzazione dei maschi li rende meno litigiosi. Aiuta inoltre a prevenire il cancro nei testicoli. Le femmine di cane e gatto andrebbero sterilizzate non appena compiuto il sesto mese. I maschi tra il sesto ed il nono mese di età.
L'operazione in età adulta è sempre praticabile.
 
Dopo l'intervento l'animale necessita di un giorno o due di riposo per riprendersi. Invitiamo tutti i cittadini responsabili a far sterilizzare i propri animali, per farli vivere meglio, per aiutare gli animali abbandonati che già esistono ed evitare sofferenze future ad altri cuccioli.